Klaviyo: 5 funzionalità di Marketing Automation per far decollare il tuo e-commerce

Let’s meet Klaviyo

Negli ultimi anni Klaviyo è diventato uno dei più diffusi software di marketing automation per e-commerce. Fondato nel 2012 a Boston, è ad oggi adottato da oltre 100.000 società e 15.000 brand in tutto il mondo come email e SMS marketing platform.
Le sue principali qualità sono flessibilitàproprietà dei dati, velocità di implementazione e aggiornamento costante della piattaforma, caratteristiche che lo rendono uno degli strumenti prediletti dagli addetti ai lavori che ne apprezzano la scalabilità ed il ragionevole rapporto qualità-prezzo.

 

Grazie a Klaviyo è possibile progettare percorsi di acquisto integrati, sequenze di email ed SMS marketing e campagne pubblicitarie altamente personalizzate per aumentare frequenza di acquisto e valore medio del carrello degli e-commerce. Inoltre, grazie alla possibilità di segmentazione e tracciamento del comportamento degli utenti, il software consente di gestire e modulare e monitorare i flussi di marketing diretti alla propria customer audience.

 

Con un’interfaccia molto immediata, Klaviyo propone ai suoi user diversi spunti strategici per i vari flussi di comunicazione. Un tool apparentemente molto intuitivo nella strutturazione dei flussi, ma che in realtà necessita di una curva di apprendimento non immediata per poterne sfruttare realmente le potenzialità. È quindi importante conoscerne alcune logiche in modo approfondito per evitare errori di impostazione che possono inficiare il funzionamento dei flussi stessi.

Una miniera di Zero e First Party Data

L’abbiamo già detto prima, ma è davvero importante: Klaviyo agevola la proprietà e la gestione dei dati raccolti sui nostri contatti. Un fattore strategico davvero centrale in un mondo sempre più cookieless e orientato al permission marketing (ricordiamo che Google eliminerà i cookies di terze parti sul suo browser entro la seconda metà del 2024).

 

Con questo tool di marketing automation possiamo infatti gestire sia Zero Party Data che First Party Data. Ma nel pratico, cosa significa?

 

Zero Party Data sono tutti quei dati che ci vengono forniti direttamente dagli utenti in modo intenzionale e proattivo attraverso ad esempio la compilazione di form e survey. Klaviyo ci permette di creare in modo semplice popup, form e survey con campi personalizzati per raccogliere con il consenso dell’utente dati preziosi sulle sue preferenze: qual è la sua categoria preferita dello shop? Predilige i prodotti di una certa taglia/colore? Una volta raccolte queste informazioni in modo consensuale possiamo segmentare i nostri contatti e attivare azioni di marketing automation altamente targetizzate.

 

First Party Data invece sono generati da cookie di prima parte. I dati generati da questa tipologia di cookie non vengono trasferiti a terze parti e l’azienda ne è la diretta proprietaria e responsabile. Sono dati relativi all’esperienza dell’utente sullo shop online come ad esempio le interazioni con il sito, la cronologia di acquisto e molto altro. Integrando Klaviyo con il proprio shop – attivando l’Active on Site e il Viewed Product tracking – sarà possibile sincronizzare e monitorare tutti questi dati nel software e utilizzarli per creare annunci, contenuti ed esperienze che soddisfano interessi e bisogni degli utenti.

 

La magia di tutto questo? Combinando Zero e First Party Data le nostre comunicazioni saranno davvero personalizzate. Un esempio su tutti è quello di inserire nelle nostre comunicazioni blocchi prodotto dinamici con i prodotti più visti (First Part Data) della categoria preferita segnalata dall’utente (Zero Party Data).

Le 5 funzionalità di Klaviyo per massimizzare le tue entrate e-commerce

Ma entriamo nel vivo dello strumento, come possiamo sfruttarlo appieno?

 

Ecco svelate 5 delle funzionalità più interessanti di Klaviyo che ti possono aiutare a massimizzare le entrate del tuo shop online:

 

  1. Integrazioni native
  2. Predictive Analytics
  3. Segmentazione avanzata
  4. Feed di prodotto personalizzati per la creazione di blocchi di raccomandazione dinamici
  5. Blocchi condizionali

 

1.  Integrazioni native

 

Quello che al momento rende Klaviyo un eccellente software di marketing automation per e-commerce è la facilità di integrazione con le principali piattaforme. Klaviyo infatti si integra nativamente con ShopifyShopify Plus, WoocommerceMagentoPrestashop, BigCommerce, Salesforce Commerce Cloud, WIX, Square Online e molti altri. E nel caso il tuo e-commerce non fosse integrabile nativamente con Klaviyo, tramite API Javascript e server-side sarà sempre possibile portare a termine l’integrazione.

 

La sincronizzazione con lo shop online permetterà di creare flussi di automation che vengono attivati ogni qualvolta un contatto abbandona un carrello, visualizza un prodotto o fa un acquisto sullo shop online. Si potrà inoltre creare segmenti avanzati basati sul comportamento degli utenti sul nostro shop. Possiamo individuare ad esempio i contatti che non fanno acquisti negli ultimi 6 mesi e mettere in campo delle attività dedicate in ottica di aumento del conversion rate. Klaviyo supporta in molti casi anche l’invio delle email transazionali del shop (es. conferma d’ordine, conferma registrazione, invio ordine, ecc.)

 

Oltre a integrarsi con i principali e-commerce, Klaviyo si integra con una grande varietà di tool digitali: live chat, help desk, loyaltyfundraising, email marketing, pagamenti online, CRM e advertising.

 

In particolare per il comparto adv l’integrazione con Facebook Advertising risulta davvero strategica nell’ottimizzare al massimo il budget pubblicitario. Questa integrazione permette di sincronizzare su Klaviyo tutti i contatti generati da campagne di Lead Ad, attivando dei flussi di nurturing per accompagnare alla conversione i contatti iscritti tramite un form da un annuncio Facebook. È inoltre possibile sincronizzare le liste e i segmenti di Klaviyo come custom audience su Facebook per fare remarketing e creare Lookalike Audiences, l’importante è che le nostre liste siano di qualità e contengano almeno dai 1000 ai 5000 contatti! Potremmo ad esempio aver raccolto in un segmento i clienti più attivi che hanno segnalato come una categoria preferita proprio quella che vogliamo spingere anche lato adv. Sincronizzando questo segmento con Facebook potremo decidere se fare del remarketing su questi contatti o utilizzarlo per identificare un pubblico simile da poter intercettare con i nostri annunci.

 

Un’altra integrazione preziosa per una strategia di advertising completa è quella tra Klaviyo e Google Ads. Grazie a questa integrazione possiamo:

 

  1. fare retargeting su profili esistenti presenti su Klaviyo: potremmo ad esempio targetizzare i clienti che hanno fatto un ordine con annunci Google relativi a un prodotto complementare a quello acquistato;
  2. escludere determinati segmenti dagli annunci Google: potremmo escludere i contatti che hanno acquistato da poco e che difficilmente convertiranno dai nostri annunci in questo momento;
  3. utilizzare i contatti raccolti su Klaviyo per definire audience simili: come visto per Facebook, possiamo utilizzare una lista di clienti VIP per individuare e intercettare con i nostri annunci un pubblico simile;
  4. monitorare in modo puntuale le performance di audience specifiche;

 

2.Predictive Analytics

 

Per ogni contatto raccolto, Klaviyo ci permette di consultarne il profilo e vedere in quale modo ha interagito con il nostro e-commerce, monitorando ad esempio quali prodotti ha visualizzato e se ha acquistato di recente. Una volta raccolti abbastanza dati sui contatti, nei profili apparirà una sezione davvero interessante chiamata Predictive Analytics. Questa sezione ci restituisce informazioni come il Customer Lifetime Value, la frequency di acquisto il valore medio degli ordini dei nostri contatti. All’interno della sezione dedicata alla segmentazione sarà facile e veloce andare a creare dei segmenti basati su queste metriche RFM e attivare campagne o flussi che hanno l’obiettivo di premiare i clienti più affezionati o risvegliare clienti che ormai da molto tempo non si fanno vedere sul nostro shop.

 

3.Segmentazione avanzata

 

Ebbene sì, la segmentazione con questo software è davvero avanzata. Come già in parte anticipato sopra, possiamo  segmenti sulla base delle predictive analytics, del comportamento di acquisto dell’utente, dell’interazione con le nostre comunicazioni (quali contatti cliccano le nostre email con frequenza?) e dei campi di profilazione avanzata raccolti tramite form (quanti sono interessati alla collezione donna?).

A cosa serve segmentare i nostri contatti? Da un lato ci aiuta a monitorare lo stato di salute del nostro database (possiamo capire quanti contatti inattivi ci sono…), dall’altro a individuare i contatti sui quali possiamo fare delle azioni di marketing dedicate. Una volta creati i nostri segmenti possiamo utilizzarli per l’invio di newsletter personalizzate, la targetizzazione di popup e flyer sul nostro shop (ad esempio possiamo decidere di mostrare il popup di reminder sconto solo agli iscritti alla newsletter) o l’avvio di flussi di automation.

 

4.  Feed di prodotto personalizzati per la creazione di blocchi di raccomandazione dinamici

 

L’integrazione tra l’e-commerce e Klaviyo ci permette di inserire nelle nostre comunicazioni i prodotti del nostro catalogo online. Ma se volessimo andare oltre l’inserimento manuale dei nostri prodotti? Con Klaviyo è possibile creare blocchi prodotto dinamici che si basano su feed personalizzabili. Potremo quindi inserire blocchi che mostrano i prodotti più venduti e visualizzati negli ultimi 90 giorni della categoria dello shop sulla quale dobbiamo puntare per stagionalità e strategie commerciali. O potremmo andare ancora più in profondità, mostrando prodotti raccomandati della categoria su cui puntare, coerenti con lo storico degli acquisti del nostro contatto per attività di cross-selling o up-selling. Impostare le condizioni dei nostri feed è semplice e veloce, sarà poi Klaviyo a mostrare il prodotto giusto al contatto giusto per facilitare il processo di conversione. Hai creato il blocco prodotto dinamico perfetto? Puoi salvare il blocco come contenuto “universale” e inserirlo in altre email tramite la funzionalità drag&drop.

 

5.  Blocchi condizionali

 

Abbiamo raccolto le preferenze dei nostri contatti e siamo in grado di tracciare il loro comportamento. E ora? Grazie a Klaviyo possiamo impostare blocchi di immagine, copy o prodotto e decidere a chi mostrarli inserendo delle condizioni ben precise. Queste condizioni possono basarsi sia sui campi di profilazione, in questo modo possiamo ad esempio mostrare il blocco solo ai contatti che hanno come categoria preferita la categoria “sandali”,  sia, nel caso di un flusso, su dati di eventi, come un ordine effettuato. Uno strumento che ci permette così di creare in modo veloce comunicazioni altamente personalizzate e orientate alla conversione con uno sforzo editoriale minore.

 

Klaviyo è una piattaforma che ogni giorno evolve e si rinnova. Le recenti novità permettono di avere un maggiore controllo sulla deliverability e una gestione agile delle campagne e dei contenuti. Chissà cosa sarà possibile fare in futuro con un software di marketing automation che finora si è dimostrato all’altezza delle sfide e-commerce.

Conclusioni

In attesa di nuove features, ecco riportati qui sotto i pro e i contro i vantaggi e le maggiori difficoltà di questo software di Marketing Automation:

 

Pro

  • Tempi di setup veloci
  • Flussi di Automation avanzati
  • Segmentazione avanzata
  • Raccomandazioni di prodotto dinamiche basate
  • Creazione di cataloghi di prodotto personalizzati per le raccomandazioni
  • Integrazioni native con i più diffusi CMS
  • Assistenza veloce per i piani a pagamento
  • Facilità di utilizzo
  • Ottima reportistica

 

Contro

  • Costi di licenza progressivamente alti per volumi di database crescenti
  • Mancanza di tool di personalizzazione on-site
  • Poca flessibilità nei trigger di avvio dei flussi
  • Poca flessibilità nella gestione del database (mancanza di funzionalità CRM oriented)
  • Mancanza di una gestione multi-dominio

 

Pensi Klaviyo sia lo strumento adatto alla tua azienda? Lo stai utilizzando, ma a livello strategico ed operativo hai bisogno di supporto? Siamo qui per offrirti un’analisi strategica e un piano operativo cuciti sulle tue esigenze.

Scritto da

Madam Agency

Articoli correlati

No results found.